la Sezione bolognese romagnola
18 novembre 1922 - 18 novembre 2022
la Sezione bolognese romagnola compie cento anni

...uomini, fatti, curiosità...più salienti ed inediti ritrovati...
1949 : le cronache della Sezione bolognese romagnola : il Gruppo di Brisighella

di Giuseppe Martelli

pubblicato il 1° dicembre 2022

La data del 25 aprile 1945 viene indicata come il giorno di conclusione della guerra in Italia. Piano piano riprendono le attività, la vita civile ed associativa, per ritrovare la "normalità". Alla data del 31 dicembre 1945 la Sede Nazionale dell'Ass. Naz. Alpini considera la Sezione bolognese romagnola fra le ricostituite che hanno già risposto all'appello, nella persona del referente-fiduciario Magg. Cesare Rinaldi che con passione, richiama attorno a se i vecchi soci e con questi inizia una nuova rinascita.
Purtroppo sono molti i soci che non possono rispondere all'appello, sono rimasti chissà dove, coinvolti da quattro anni di guerra sui vari fronti e due anni di guerra civile....
Le prime notizie documentali rintracciate provengono da L'ALPINO (che ha ripreso le pubblicazioni dal 27 aprile 1947) e nel numero di settembre/ottobre 1948 compare la prima notizia riferita alla Sezione. Per i primi anni e fino al 1950 la sezione viene indicata Sezione di BOLOGNA ed anche nel cartello utilizzato per la sfilata alle adunate nazionali che riprendono nell'ottobre 1948 a Bassano del Grappa compare BOLOGNA. Poi finalmente su L'ALPINO dell'ottobre 1950 nella rubrica SCARPONCINI viene nuovamente indicata con la storica definizione di Sezione bolognese romagnola, anche perchè nel frattempo sono rinati alcuni gruppi della Romagna.

La prima notizia che riguarda e che documenta le prime attività del dopoguerra di un Gruppo della Sezione provengono da L'ALPINO (che ha ripreso le pubblicazioni dal 27 aprile 1947) e nel numero di novembre 1949 compare questa notizia riferita ad una attività del Gruppo di Brisighella che dal 1948 era stato elevato a Sottosezione.

Le notizie anagrafiche e militari sono tratte da una non facile ed impegnativa ricerca, che continua da diversi anni, con divieto di utilizzo dei singoli dati presenti in questa pagina (escluso le notizie già pubblicate sul mio libro del 1997 per il 75° della Sezione), senza mia autorizzazione come autore dei testi, delle ricerche biografiche e proprietario del sito.

 

la cronaca sul giornale associativo L'ALPINO del novembre 1949


(articolo tratto dalla mia collezione cartacea de L'ALPINO)


Il Gruppo di Brisighella, Ravenna, paese dell'Appennino romagnolo, mi pace ricordare, è l'unico Gruppo della Sezione che ha attraversato "indenne" le vissicitudini della seconda guerra mondiale, fautore ed il merito quale punto di riferimento nel triste periodo 1943-1945, va riconosciuto all'alpino del 5° Rgt. Alpini Btg. "Valtellina", Giuseppe Soglia che sa mantenere uniti attorno a se i vecchi soci.....
(1) Giuseppe Soglia era stato fra i promotori nel 1927 per la costituzione del Gruppo del quale ne è Capogruppo dal 1934 al 1938, poi dal 1943 al 1948 e quando nel 1948 Brisighella viene elavato a Sottosezione e ne diventa Presidente fino al 1950. Nel 1950 la presidenza (inedita) passa al dott. (2) Giulio Contarini, Ten. medico reduce di Russia e Soglia ne è il segretario. Il 2 settembre 1954 il dott. Contarini muore per incidente stradale e Soglia viene nuovamente eletto Presidente della Sottosezione fino al 1957 anno in cui tutte le Sottosezioni vengono sciolte come tali e Brisighella riprende la storica denominazione di Gruppo con il Capogruppo Soglia che rimane in carica fino al 24 febbraio 1975 quando muore.

Anche se non compaiono notizie su L'ALPINO nel 1948, possiedo un buon numero di fotografie storiche sulle prime rinate attività, fra le quali quella inedita della cerimonia di intitolazione della Sottosezione di Brisighella (il Gruppo viene elevato a Sottosezione nel febbraio 1948) al socio fondatore nel 1927 SIRIO BALDI, classe 1894 alpino del 5° Rgt. Alpini, deceduto per cause di guerra a Brisighella per lo scoppio di una granata, il 7 marzo 1945.


Immagine inedita della cerimonia di intitolazione della Sottosezione di Brisighella a SIRIO BALDI.
Si riconoscono da sinistra : il Presidente della Sottosezione Giuseppe Soglia, per la Sezione,
il dott. Mario Zanotti, il dott. Luigi Ferrari, il Gen. Emilio Battisti (in borghese) e l'ex Pres. Naz.
Angelo Manaresi. Di spalle la figlia Leda Baldi che non riesce a trattenere la commozione.


La Sottosezione "SIRIO BALDI" di Brisighella all'Adunata Naz. del 3-4 ottobre 1948
a Bassano del Grappa. Leggermente a sinistra, con la giacca chiara, la figlia Leda Baldi,
Madrina della Sottosezione poi Gruppo di Brisighella fino 21 gennaio 2015, data del decessso.


note :
(1) Giuseppe Soglia
: vedi notizie biografiche alla pagina Gruppo Brisighella (in preparazione)

note : con le recenti e approfondite ricerche ho ritrovato questa INEDITA notizia (che mi era sfuggita nelle ricerche del 1997 per il 75° sezionale) su questo "sconosciuto" Presidente della Sottosezione di Brisighella, ed oggi ne rinnovo il ricordo ricollocandolo nella nostra memoria alpina :

(2) Giulio Contarini nasce a Fusignano, Ravenna, il 1° giugno 1910. Chiamato dal Distretto militare alla visita di leva il 12 aprile 1931 viene lasciato in congedo e indicato come professione studente. Il 15 luglio viene ammesso alla scuola allievi ufficiali di Moncalieri dopo aver compiuto il primo periodo di istruzione premilitare presso l'Università di Bologna. Il 29 ottobre continua l'obbligo di frequentare il secondo periodo di istruzione premilitare presso l'Università di Bologna. Il 2 novembre 1932 viene ammesso a ritardare in tempo di pace la presentazione alle armi fino al compimento degli studi universitari. Conclude gli studi all'Università di Bologna e si laurea in Medicina e Chirurgia il 14 luglio 1936.
Il 30 gennaio 1937 viene inviato quale allievo ufficiale di complemento del Corpo Sanitario nella Scuola di Applicazione di Sanità Militare in Firenze. Il 30 aprile è nominato allievo ufficiale medico ed il 30 giugno, superati gli esami, viene inviato in licenza straordinaria in attesa della nomina che deve essere registrata alla Corte dei Conti.
Il 21 luglio 1937 con la nomina ad Ufficiale medico del Corpo Sanitario Militare, viene destinato per il servizio di prima nomina al 3° Rgt. Art. per Divisione di Fanteria e nel giugno 1938 viene inviato in congedo.
Con l'approntamento di un Corpo d'Armata Alpino per il fronte russo, viene richiamato alle armi nel giugno 1942 e promosso Tenente medico viene assegnato al 2° Rgt. Art. Alpina Gruppo "Valcamonica" della Divisione "Tridentina" ed in luglio parte per il fronte russo. Coinvolto nel tragico ripiegamento del gennaio 1943 si prodiga generosamente per le cure ai suoi artiglieri e gli viene conferita la croce al valor militare così motivata "Ufficiale medico di una batteria d'artiglieria alpina, capace e attivo, in duri combattimenti prestava la sua opera dimostrando spirito di sacrificio e grande valore personale" Medio Don (Russia), 18-26 gennaio 1943.
Nei primi anni del dopoguerra vince il concorso di medico condotto del Comune di Brisighella ed ovviamente viene subito contattato dal "buon Soglia". Con le elezioni del 1950 viene eletto Presidente della nuova Sottosezione di Brisighella ed il "buon Soglia" ne è il segretario "operativo". Muore per una tragica fatalità il 2 settembre 1954 quando viene investito sulla strada. La notizia del lutto è anche pubblicata su L'ALPINO di ottobre.