la Sezione bolognese romagnola
18 novembre 1922 - 18 novembre 2022
la Sezione bolognese romagnola compie cento anni

...uomini, fatti, curiosità...più salienti ed inediti ritrovati...
1922 - 1952 : la Sezione festeggia i trent'anni di storia

di Giuseppe Martelli

pubblicato il 1° dicembre 2022

Domenica 14 dicembre 1952, per ricordare il trentennale di fondazione (18 novembbre 1922) viene promossa una grande manifestazione a Bologna con la presenza di autorità cittadine ed associative e nell'occasione viene benedetto il nuovo Vessillo sezionale. Per l'evento viene pubblicato anche un opuscolo celebrativo di grande formato, la cartolina celebrativa e coniata la medaglia ricordo. A completare le iniziuative sono realizzate e consegnate delle artistiche pergamene di socio trentennale (circa una cinquantina).

Fra gli invitati e presenti alle celebrazioni di domenica 14 dicembre 1952 vi sono le Medaglie d'Oro alpine Mario Cesari, Italo Lunelli, Luciano Zani e Angelo Ziliotto. Il Gen. alpino neo socio Emilio Battisti, il C.te del Territorio Gen. alpino e socio Franco Testi, il C.te del Distretto Militare Col. alpino e socio Gaetano Loffredo.... il Presidente Nazionale dell'Ass. Naz. Alpini Mario Balestrieri, già socio negli anni '30, l'avv. bolognese Col. alpino Angelo Manaresi, già Presidente Nazionale dell'Ass. Naz. Alpini dal 1928 al 1943 (Comandante del 10°)....ed altre autorità civili, presenti inoltre rappresentanze delle Sezioni di Firenze, Modena, Parma e Roma. A livello di rappresentanza sezionale vengono citati presenti i soli tre Gruppi "ricostituiti e operativi" di Brisighella, Faenza e Rimini.

conservate nel mio archivio, propongo alcune delle più significative immagini delle cerimonie svolte nella mattinata di quella storica giornata celebrativa dei primi TRENT'ANNI di STORIA


il Pres. di Sezione Gen. Zanelli, a destra, intrattiene il Gen. Emilio Battisti :
all'estrema sinistra si riconosce la medaglia d'Oro Italo Lunelli già Pres.
di Sezione nel biennio 1951-1952

dopo la S. Messa, uscita da San Petronio con il nuovo Vessillo scortato da destra :
dalla M.O. Ziliotto, la M.O. Zani, il nuovo Vessillo sezionale con alfiere il reduce
di Russia S.ten. Decio Camera, poi la M.O. Lunelli e la M.O. Cesari.

il nuovo Vessillo sfila scortato dalle M.O. da destra : Ziliotto, Zani, Lunelli e Cesari.
In secondo piano a sinistra il Presidente di Sezione Gen. Gustavo Zanelli.

l'imponente sfilata, per quel periodo, continua attraverso Piazza del Nettuno
con fanfara in testa, autorità, Gagliardetti associativi e tanti alpini


in attesa della deposizione di una corona al Bollettino della Vittoria : a destra in
secondo piano lo storico Gagliardetto del 1931 del Gruppo Art. da Mont.
di Bologna.

cerimonia di deposizione di una corona ai Caduti : da destra, il Pres. di Sezione
Gen. Zanelli, il Gen. Battisti ed il Presidente Nazionale Balestrieri.

Piazza del Nettuno ancora gremita di "penne nere" : a destra San Petronio.

un momento del concerto della "Fanfara" dell'8° Rgt. Alpini in P.zza Maggiore.