la sezione A.N.A. bolognese romagnola

le Adunate Nazionali Alpini a Bologna
di Giuseppe Martelli

L’Adunata Nazionale Alpini a Bologna 1982

Nei giorni 8 – 9 maggio 1982 Bologna ospita per la terza volta l’Adunata Nazionale Alpini accolti dal Presidente Nazionale Vittorio Trentini, bolognese. Nella giornata del sabato dopo le varie deposizioni ai monumenti ai Caduti, sono onorati anche i morti nell’attentato terroristico alla stazione dei treni, avvenuta il 2 agosto 1980, che sarà anche il tema del “no alle stragi” di molti striscioni in sfilata. Nella cattedrale di San Petronio l’Ordinario Militare Mons. Gaetano Bonicelli, assistito dalla medaglia d’oro Padre Giovanni Brevi già cappellano militare degli alpini in Russia, celebrano la S. Messa. La serata, nonostante il tempo incerto, è caratterizzata dal concerto in Piazza Nettuno di 14 cori ANA. La sfilata della domenica, sotto un’insistente pioggia, è aperta dalla banda della Brigata Alpina Cadore e da tre bandiere di guerra, rispettivamente dei battaglioni alpini “Feltre”, “Val Tagliamento” e “Val Brenta”. 400.000 alpini sfilano per 6 ore davanti al Ministro della Difesa Lelio Lagorio. La sfilata viene conclusa per dovere di ospitalità dalla Sezione Bolognese Romagnola con in testa il suo Presidente Geom. Pio Zavatti. Nell’occasione dell’Adunata la Sezione festeggia anche il 60° di fondazione (18 novembre 1922) e dona al reparto di nefrologia e dialisi dell’ospedale S. Orsola un moderno microscopio per il test di compatibilità nel trapianto del rene.

LA MEDAGLIA RICORDO DELL’ADUNATA

LE CARTOLINE


LE IMMAGINI FOTOGRAFICHE

Sfila il Labaro Nazionale

Sfila la Sezione Bolognese Romagnola


Sfila la Sezione Bolognese Romagnola

Sfila la Sezione Bolognese Romagnola

 


Curiosità

notizia inserita il 30 marzo 2003

Per iniziativa del Gruppo Alpini di Ferrara viene realizzata ed esposta nella facciata del Castello Estense una grande tela, dedicata all’Adunata, opera del pittore alpino ferrarese Umberto Scandiani (1914-1988). L’opera donata poi da Scandiani al Capogruppo Francesco Chiogna, deceduto prematuramente nel 1992, era stata custodita dalla moglie Mirella fino al 2001 quando, con significativa cerimonia, ne ha voluto fare dono al Museo degli Alpini di Ozzano dell’Emilia affinché, oggi esposta, possa essere di nuovo ammirata.

La grande tela originale, che misura circa 2 x 4 metri, opera del pittore ferrarese Umberto Scandiani.

Alpini ferraresi con al centro il Capogruppo Francesco Chiogna, posano davanti al Castello Estense dove fa bella mostra il grande disegno dedicato all’Adunata a Bologna. (archivio Gruppo Alpini Ferrara)

vedi biografia di Umberto Scandiani