altre notizie e curiosità sugli alpini bolognesi romagnoli

il nostro primo alpino "coscritto di leva" era della classe 1865
di Giuseppe Martelli

pubblicato il 1° gennaio 2020


Rileggendo e catalogando gli oltre 6.000 ruoli matricolari ritrovati nelle continue ricerche dedicate al nostro territorio,
mi è venuta l'idea, la curiosità e la domanda : chissà chi è stato fra i "coscritti d leva" il primo bolognese romagnolo assegnato al Corpo degli alpini (15 ottobre 1872) o all'artiglieria da montagna (1) partito dal nostro territorio per il servizio militare?

Ecco i risultati della ricerca (tenuto conto che nei Distretti Militari di Ferrara, Forlì e Ravenna non ho trovato nessuno di classe antecedente, ed essendo solo due, inserisco anche il secondo) :

il primo coscritto in assoluto dei nostri Distretti Militari era della classe 1865 e si chiamava

Tioli Filippo Ferdinando Maria
e si era arruolato volontario

 

 

Filippo Tioli nasce il 19 agosto 1865 a Bologna, di Ferdinando ed Imelde Giordani.
Il 15 marzo 1883 si arruola volntario per la ferma stabilita pei sottufficiali (12 anni) quale soldato nel 3° Battaglione d'Istruzione.
Il ruolo matricolare viene così compilato :
statura metri 1,73, colorito bruno, capelli colore castani, forma lisci, occhi castani, dentatura sana, arte o professione scrivano.
1° foglietto variazioni :
Soldato volontario con ferma di anni dodici trasferito dalla ferma dei sottufficiali ad anni 5 ed assegnato dall'1 settembre 1884 al 6° Alpino. (così è scritto)
Il 31 luglio 1887 transita al 7° Alpino. (così è scritto)
Il 31 dicembre 1887 mandato in congedo illimitato e concessa dichiarazione di buona condotta.
Trascritto sul ruolo della classe 1862.
Prosciolto definitivamente dal servizio il 31 dicembre 1904.

 

 

 

 

 

 

 

il secondo coscritto dei nostri Distretti Militari era sempre della classe 1865 e si chiamava

Giacomazzi Alfonso Giuseppe Arturo Maria
e si era arruolato volontario

 

 

 

Alfonso Giacomazzi nasce il 27 ottobre 1865 a Castelfranco, Bologna, di Gaetano e Carolina Lodi.
Il 13 febbraio 1883 si arruola volntario per la ferma stabilita pei sottufficiali (12 anni) quale soldato nel 3° Battaglione d'Istruzione.
Il ruolo matricolare viene così compilato :
statura metri 1,67, colorito bruno, capelli colore neri, forma lisci, occhi castani, dentatura sana, arte o professione falegname.
1° foglietto variazioni :
Soldato volontario con ferma di anni dodici trasferito dalla ferma dei sottufficiali ad anni 5 ed assegnato dal 2 settembre 1884 al 3° Alpini.
2° foglietto variazioni :
Perchè trasferito ad altro corpo : li 31 marzo 1885 assegnato al 2° Alpino. (così è scritto)
Il 30 novembre 1886 viene promosso Trombettiere.
Il 31 dicembre 1887 mandato in congedo illimitato e concessa dichiarazione di buona condotta.
Trascritto sul ruolo della classe 1862.
Prosciolto definitivamente dal servizio il 31 dicembre 1904.


 

 

 

 

 

 



note : (1) L'Artiglieria da Montagna nasce come specialità nel corso 1873 quando vengono costituite le prime cinque batterie da montagna presso i Rgt. di Art. da Fortezza (il 1° Rgt. Art. da Fortezza ha il Centro di Mobilitazione a Bologna). Il 14 settembre 1877 le cinque batterie vengono riunite nella "Brigata artiglieria da montagna" con sede a Torino. Con il 1° novembre 1887 la "Brigata artiglieria da montagna" diventa Reggimento artiglieria da montagna autonomo, sempre con sede a Torino ma non più amministrato dal Rgt. Art. da Fortezza. Per gli storici quindi il 1° novembre 1887 viene considerata la data ufficiale di "nascita" dell'Artiglieria da Montagna delle Truppe Alpine. Nel 1902 viene costituita con sede a Conegliano, la Brigata Artiglieria da Montagna del Veneto ed a questa faranno riferimento come zona di reclutamento, i quattro Distretti Militari bolognesi romagnoli, Bologna, Ferrara, Forlì e Ravenna per i nati dal 1882 in avanti destinati all'Art. da Montagna.