albo d’oro della Sezione ANA bolognese romagnola

le nostre Medaglie di Bronzo al valore militare
nella guerra 1940 - 1945
di Giuseppe Martelli



Le Medaglie di Bronzo sono riferite solo a quelle ottenute in servizio nei Reparti Alpini e
sono state verificate anche con ricerca sulla “Gazzetta Ufficiale” del Regno d’Italia e la Gazzetta Ufficiale” della Repubblica Italiana.
Diversi si fregiano oltre alla di Medaglia di Bronzo anche di Medaglia d’Argento o Croce di Guerra.

pagina aggiornata al 1° luglio 2018

Antolini Pepino

Bellaria di Rimini (Forlì)
Sottotenente
5 ° Rgt. Alpini
Btg. “Morbegno”
47ª compagnia
Monte Guri i Topit
9 marzo 1941
(Grecia)

(reduce decorato vivente)

Balboni Guerrino

Reno Centese (Ferrara)
Alpino
3° Rgt. Alpini
Btg. “Exilles”
Zona Bukovica
13 aprile 1942
(Balcania) 
(reduce decorato vivente)

Balboni Nello

Bologna
Caporalmaggiore
2° Rgt. Art. Alpina
Nikolajewka
26 gennaio 1943
(Russia)
"alla memoria"



Barbi Augusto

Camugnano (Bologna)
Artigliere Alp.
1° Rgt. Art. Alpina
Gr. "Aosta"
poi Div. “Garibaldi”
8 settembre 1943-8 marzo 1945
(Montengro)

(reduce decorato vivente)

Barbieri Mario

Faenza (Ravenna)
Serg. Magg.
5° Rgt. Alpini
Monte Piches
20 novembre 1940
(Grecia)

(reduce decorato vivente)

Beltrambini Ubaldo

S. Arcangelo di Romagna (Forlì)
Geniere Alpino
1° Btg. Genio Alpino
poi Div. "Garibaldi"
8 settembre 1943- 8 marzo 1945
(Montenegro)
(reduce decorato vivente)

Bernabè Oscar

Brisighella (Ravenna)
Sergente
113ª Sezione Sussistenza
Corpo d'Armata Alpino
Rossosch
24 gennaio 1943
(Russia)
(reduce decorato vivente)

Bertini Fernando

Rocca S. Casciano (Forlì)
Sottotenente
8° Rgt. Alpini
1940
(Grecia)

(reduce decorato vivente)

Bianchi Nerio

Bologna
Sottotenente
Btg. Alpini "L'Aquila"
Gr. Combattimento "Legnano"
1945
(Italia)

(reduce decorato vivente)


(1)

Biguzzi Ezio

Cesena (Forlì)
Caporale
11 ° Raggr. Art. del Corpo Armata Alpino
Stara Kalitwa
17 dicembre 1942
(Russia)

(reduce decorato vivente)

Birtele Tullio

Grizzana (Bologna)
Alpino
11° Rgt. Alpini
Btg. "Bolzano"
Zona di Milijeno
27 aprile 1942
(Balcania)
(reduce decorato vivente)

Boninsegna Giuseppe

Imola (Bologna)
M.llo Capo
4° Rgt. Art. Alpina
Popowka
24 gennaio 1943
(Russia)
"alla memoria"
“disperso”

Calzolari Lorenzo

Ferrara
Sottotenente
5° Rgt. Alpini
Btg. “Edolo”
Quota 1736
21 novembre 1940
Moglice-Gopeshe
5 dicembre 1940
(Grecia)

(2 medaglie)
(reduce decorato vivente)
SOCIO 1964

Caroli Primo

distretto Ravenna
Artigliere Alp.
1° Rgt. Art. Alpina
Gruppo "Aosta"
poi Div. “Garibaldi”
8 settembre 1943-8 marzo 1945
(Montengro)

(reduce decorato vivente)

Casadei Guerrino

Forlimpopoli (Forlì)
Geniere Alpino
1° Btg. Genio Alpino
poi Div. "Garibaldi"
8 settembre 1943- 8 marzo 1945
(Montenegro)
(reduce decorato vivente)


Casadio Tiziano (4)

Forlì
Sergente
5° Rgt. Alpini
Monte Lisec - quota 1736
21 novembre 1940
(Grecia)
“alla memoria”




Castellucci Giacinto

Ravenna
Sottotenente
8° Rgt. Alpini
Btg. "Val Tagliamento
Mali Topojanit (Grecia)
8 gennaio 1941
“alla memoria”

Chierici Arnaldo

Sant'Agata Bolognese (Bologna)
Sottotenente
2° Rgt. Art. Alpina
Gruppo "Vicenza"

Belogoroje
14 dicembre 1942
(Russia)

(reduce decorato vivente)

SOCIO 2001

Chiotto Pietro

Bologna
Caporale Magg.
8° Rgt. Alpini
1941
(Grecia)

(reduce decorato vivente)

Contarini Guido

Ravenna
Sottotenente
9° Rgt. Alpini
Monte Chiarista
26 dicembre 1940
(Grecia)

(reduce decorato vivente)

SOCIO 1954 

Cremonini Alberto

Anzola dell'Emilia (Bologna)
Geniere Alpino
1° Btg. Genio Alpino
poi Div. "Garibaldi"
8 settembre 1943- 8 marzo 1945
(Montenegro)
(reduce decorato vivente)

Cristofori Cesare

Bagnacavallo (Ravenna)
Artigliere Alp.
5° Rgt. Art. Alpina
5 dicembre 1941
(Balcania)

(reduce decorato vivente)

Del Bianco Fernando (5)

Rimini (Forlì)
Sottotenente
8° Rgt. Alpini
Mali Quelqes
26 novembre-1° dicembre 1940
!° Gruppo Alpini "Valle"
Btg. "Val Tagliamento"
Shindeli- M.te Beshishitit
8-13 marzo 1941
(Grecia)
2 medaglie
(reduce decorato vivente)
Caduto poi nel 1943 in Russia

Ferrero Rognoni Gian Andrea (6)

Bologna
Sottotenente
2° Rgt. Art. Alpina
Medio Don
18-26 gennaio 1943
(Russia)
(reduce decorato vivente)


Forni Irnerio

S. Giov. Persiceto (Bologna)
Ten. Medico
4° Rgt. Alpini
Btg. “Ivrea”
poi Div. “Garibaldi”
4ª sezione sanità
Sangiaccato
1 febbraio-30 aprile 1944
(Montenegro)
(reduce decorato vivente)

Galan Pietro

Ravenna
Sottotenente
8° Rgt. Alpini
1941
(Grecia)
(reduce decorato vivente)

Galassi Nerio

Imola (Bologna)
Artigliere Alp.
1° Rgt. Art. Alpina
Gr. "Susa"
poi Div. “Garibaldi”
8 settembre 1943-8 marzo 1945
(Montenegro)
(reduce decorato vivente)

SOCIO 1954

Gandolfi Elio

Gaggio Montano (Bologna)
Artigliere Alp.
1° Rgt. Art. Alpina
Gr. "Susa"
poi Div. “Garibaldi”
8 settembre 1943-marzo 1945
(Montenegro)

(reduce decorato vivente)

Gatti Luigi

distretto Ravenna
Artigliere Alp.
1° Rgt. Art. Alpina
Gr. "Aosta"
poi Div. “Garibaldi”
8 settembre 1943-marzo 1945
(Montenegro)

(reduce decorato vivente)

Grandi Cesare

Bologna
Artigliere Alp.
5° Rgt. Art. Alpina
C.do Rgt.
Pljevlje
2 dicembre 1941
(Montenegro)
“alla memoria”

Guaraldi Agostino

Casumaro (Ferrara)
Maggiore
2° Rgt. Alpini
C.te Btg.“Dronero”
Zona di Kallarati
25-27 dicembre 1940
(Grecia)

deceduto poi in prigionia il 31 marzo 1943 (Russia)

Iorio Aldo

Rimini (Forlì)
Tenente
9° Rgt. Alpini
Btg. "Vicenza"
21 gennaio 1943
Iwanowka
(Russia)
disperso poi in prigionia il 28 febbraio 1943

   

 

 

Lorenzoni Rino

Santa Sofia (Forlì)
Artigliere Alp.
3° Rgt. Art. Alpina
Gruppo "Udine"
Kocauki
20 gennaio 1943
(Russia)

(reduce decorato vivente)

Maccaferri Iver

Castelfranco Emilia (Bologna) (3)
Sergente Maggiore
4° Gruppo Alpini
Btg. "Val Chisone"
Niksic
5 maggio 1942
(Balcania)
(reduce decorato vivente)


Magnani Vincenzo

Faenza (Ravenna)
Sottotenente
2° Rgt. Art. Alpina
Monti Lenije
8 dicembre 1940

(Grecia)
(reduce decorato vivente)

SOCIO 1937

Malaguti Augusto

Bologna
Sottotenente
9° Rgt. Alpini
Btg. "Val Cismon"
Fronte russo
dicembre 1942-luglio 1946
(Russia)

(reduce decorato vivente)

Mancini Amedeo

Cesena (Forlì)
Colonnello
C.do Div. Alp. “Taurinense”
Colle S. Bernardo-Valle Isère
Fronte francese
21-25 giugno 1940
(Francia)
 
(reduce decorato vivente)

Martelli Guido

Bologna
Tenente
3° Rgt. Art. Alpina
Petrowenki

16 luglio 1942
Prigionia
dicembre 1942-luglio 1946

(due medaglie)
(reduce decorato vivente)
SOCIO 1950

Melotti Gino (8)

Copparo (Ferrara)
Capitano
1° Gr. Alpini “Valle”
Btg. “Val Natisone”
C.te 279ª compagnia
Monte Bregianit
27 gennaio 1941
(Grecia)
“alla memoria” 

Molinari Giuseppe

Portomaggiore (Ferrara)
Colonnello
C.do Div. Alp. “Julia”
Fronte russo, 16 dicembre 1942-24 gennaio 1943
(Russia)
“alla memoria”

(vedi nota fondo pagina)



Musconi Antonio

Imola (Bologna)
Artigliere alp.
1° Rgt. Art. Alpina
Gr. "Susa"
poi Div. “Garibaldi”
8 settembre 1943-8 marzo 1945
(Montenegro)

(reduce decorato vivente)

Navarra Piergustavo

Ferrara
1° Capitano
C.do Div. Alp. “Cuneense”
Quartier Generale
Fronte russo, 20-30 gennaio 1943
(Russia)

"alla memoria"

Nicolaj Aldo (2)

Bazzano (Bologna)
Sottotenente
8° Rgt. Alpini
Btg. "Gemona"
Monte Pindo
9 novembre 1940
(Grecia)
"alla memoria"

Oelker Alberto

Bologna
Capitano
C.do Div. Alp. “Cuneense”
Kopanki-Nicolajewka
15-26 gennaio 1943
(Russia)
“alla memoria”

Deceduto poi in prigionia nel campo di Oranki il 12 maggio 1945

Paoletti Guido

Bologna
Sottotenente
7° Rgt. Alpini
Btg. "Feltre"
Miljeno
6 maggio 1942
(Balcania)
(reduce decorato vivente)

Ricci Elio

Rimini
Sottotenente
1° Rgt. Alpini
Btg. “Pieve di Teco”
Samoilenkoff
19-20 gennaio 1943
(Russia) 

(reduce decorato vivente)


Roncasaglia Ado

distretto Ravenna
1° Rgt. Art. Alpina
Gr. "Susa"
poi Div. “Garibaldi”
8 settembre 1943-marzo 1945
(Montenegro)

(reduce decorato vivente)

Sassi Pietro

Ravenna
Maggiore
9° Btg. Genio Alpino
Rossosch-Schebekino
16 gennaio-1° febbraio1943
(Russia)
(reduce decorato vivente)

Scroffa Edoardo

Ferrara
Sottotenente
2° Rgt. Art. Alpina
Gr. “Vicenza”
Malakiewa
24 gennaio 1943
(Russia)

(reduce decorato vivente)

Simoni Ivo

Ferrara
Sottotenente
4° Gr. Alp. Valle
Btg. “Val d’Orco”
Danilov Grad
17 gennaio 1942
(Montenegro)
“alla memoria” 

(vedi nota fondo pagina)

Sermenghi Alfonso

Castel S. Pietro (Bologna)
Caporale
2° Rgt. Art. Alpina
Gr. “Vicenza“
45ª batteria
Opyt
20 gennaio 1943
(Russia)
(reduce decorato vivente)

Solaroli Giuseppe (7)

Brisighella (Ravenna)
Sottotenente s.p.e.
9° Rgt. Alpini
Btg. "Vicenza"
61ª compagnia
Mali Scindeli
10 marzo 1941
(Grecia)

(reduce decorato vivente)

Spadoni Uber

Migliarino (Ferrara)
Tenente
2° Gr. Alp. Valle
Btg. “Val Pescara”
1942
(Montenegro)
(reduce decorato vivente)

SOCIO 1964

Toni Pietro

Bagnacavallo (Ravenna)
Capitano s.p.e.
4° Rgt. Art. Alpina
Gr. "Mondovì"
C.te Reparto munizioni e viveri
Sawkos-Vankiewka
15 gennaio, 20 febbraio 1943
(Russia)
(reduce decorato vivente)

Vallerini Carlo

Bologna
Sergente
11° Rgt. Alpini
Novavaros
5 settembre 1941
(Grecia)

(reduce decorato vivente)


Venturi Giorgio

Bologna
Maresciallo Capo
4° Rgt. Art. Alpina
C.do Rgt.
Medio Don
16 gennaio, 28 febbraio 1943
(Russia)  

(reduce decorato vivente)

Venturoli Argo

Malalbergo (Bologna)
Tenente
Div. Alp. “Julia”
Quartier Generale
Podgornoje-Varwarowka-Schebekino
16-31 gennaio 1943
(Russia)

(reduce decorato vivente)
SOCIO 1964 
(vedi nota fondo pagina)

Versari Domenico

Tredozio (Forlì)
Sergente
3° Rgt. Art. Alpina
Gr. "Udine"
17ª batteria
Santaporos
29 ottobre 1940
(Grecia)

poi "disperso" il 31 gennaio 1943 (Russia)
(vedi nota fondo pagina)

Zavatti Franco

Bologna
Sottotenente
3° Rgt. Art. Alpina
Gr. "Udine"
17ª batteria
Epiro-Pindo
28 ottobre-12 novembre 1940
(Grecia) 

(reduce decorato vivente)

       
note:
i Reggimenti di Artiglieria da Montagna nella 2^ Guerra Mondiale assumono la denominazione di Artiglieria Alpina.
Contarini Guido è stato Consigliere di Sezione dal 1959 al 1970 e Capogruppo dal 1960 al 1980 del Gruppo Alpini di Ravenna.
A Iorio Aldo era intitolato il Gruppo Alpini di Rimini dal 1950 al 1987, anno in cui il Gruppo si scioglie. Segnalazione di Mario Gallotta. Con la ricostituzione del Gruppo nel 2014 gli è stato nuovamente intitolato. Rimini fino al 1992 era un comune della provincia di Forlì poi dal 1992 divenuto provincia.
La fotografia di Iorio Aldo è pervenuta dal Gen. Pier Luigi Cavallari, già Capogruppo Alpini di Ferrara.
La segnalazione di: Antolini, Baldoni, Beltrambini, Bertini, Bianchi, Biguzzi, Boninsegna, Chiotto, Cremonini, Del Bianco, Ferrero, Gandolfi, Gatti, Malaguti, Mancini, Melotti, Musconi, Navarra (classe 1888!!), Ricci, Roncasaglia, Scroffa, Sermenghi, Toni, Venturi, è pervenuta dal principale collaboratore dott. Mario Gallotta del Gruppo Alpini di Ferrara.
La fotografia di Amedeo Mancini è pervenuta dal dott. Mario Gallotta del Gruppo Alpini di Ferrara.
La fotografia del Conte Scroffa Edoardo è pervenuta dal nipote Francesco.
La Signora Bianca Castellucci, mamma del Sottotenente Giacinto Castellucci caduto nel 1941 sul fronte greco-albanese (2 medaglie di bronzo ed 1 croce), è stata la Madrina del Gruppo Alpini di Ravenna all’atto della ricostituzione avvenuta nel marzo 1956.
La segnalazione di Chierici Arnaldo, indicato fino al 15 gennaio 2007 fra i decorati di Croce al v.m., è pervenuta dall'amico Giuliano Meneghini di Verona.
La fotografia di Antolini Pepino è stata gentilmente concessa dal figlio dott. Lorenzo Antolini per interessamento del mio collaboratore dott. Mario Gallotta del Gruppo Alpini di Ferrara.
La fotografia di Giacinto Castellucci è pervenuta dal dott. Mario Gallotta.
(1) La fotografia di Nerio Bianchi è stata tratta dal sito web dedicato al Museo degli alpini di Darfo Boario Terme che ha come Presidente l'alpino Gen. C.A. Roberto Scaranari.
(2) La fotografia di Aldo Nicolaj è stata gentilmente concessa dall'Archivio storico dell'Università di Bologna, grazie alla cortese collaborazione della Dott.sa Sandra Marciatori. Si precisa che l'Archivio Storico dell'Università di Bologna è depositario dei diritti di utilizzazione dell'immagine, pertanto ne è vietata la copia e/o riproduzione senza l'autorizzazione scritta dell'Archivio Storico.
A Nicolaj Aldo quale studente caduto in guerra, l'Università di Bologna in data del 5 novembre 1942, conferì la laurea "honoris causa" proclamandolo dottore in Filosofia.
(3) Castelfranco Emilia fino al 1929 era un comune della provincia di Bologna poi transitato nella provincia di Modena.
(4) La fotografia di Tiziano Casadio è stata gentilmente concessa dal pronipote Enrico Penna, che ne mantiene la proprietà, con divieto di riproduzione senza sua autorizzazione.
(5) La fotografia di Fernando Del Bianco è stata gentilmente concessa dalla Dott.sa Sandra Marciatori dell'Archivio Storico dell'Università di Bologna, per interessamento di Mario Gallotta. Il Tenente Del Bianco nella campagna di Russia, dove è caduto nel gennaio 1943, era in servizio nella 71ª compagnia del Btg. Gemona, 8° Rgt. alpini. Rimini fino al 1992 era un comune della provincia di Forlì poi dal 1992 divenuto provincia.
(6) La fotografia di Gian Andrea Ferrero Rognoni è stata gentilmente concessa dalla figlia Maddalena, per interessamento di Mario Gallotta.
(7) La fotografia di Giuseppe Solaroli è stata gentilmente concessa dal nipote Marco a nome dei figli Carla, Mario, Laura e Paola. La fotografia è stata concessa al sito con divieto di riproduzione senza autorizzazione.
(8) La fotografia di Gino Melotti è stata gentilmente concessa da Giovanni Norido Capogruppo gruppo alpini Agrate Brianza, sezione ANA Milano, per interessamento di Mario Gallotta.
A Molinari Giuseppe è intitolato un parco ed un busto a Portomaggiore.
A Simoni Ivo
quale studente caduto in guerra, l'Università di Bologna conferì il 5 novembre 1942 la laurea "honoris causa" proclamandolo dottore in Economia e Commercio, a lui è intitolato il Gruppo Alpini di Ferrara.
Venturoli Argo è stato Capogruppo del Gruppo Alpini di Ferrara nel biennio 1964-1965. A lui è intitolato dall'8 dicembre 2003 un giardino pubblico a Malalbergo.
A Versari Domenico è intitolato il Gruppo Alpini di Tredozio.



Decorati di medaglia di bronzo nati “fuori territorio” bolognese romagnolo poi residenti.

Ho ritenuto anche ricordare quei decorati, che pur non essendo nati nel nostro territorio, qui hanno risieduto.

Agostini Giuseppe (0)

Mezzolombardo (Trento)
Resid. a Bologna
Serg. Allievo Ufficiale
11° Rgt. Alpini
Btg. "Trento"
Pljevlje
1° dicembre 1941
(Balcania)
"alla memoria"

Antonietti Alessandro

Verona
Resid. a Bologna
Tenente
2° Rgt. Art. Alpina
C.do Rgt.
1943
(Russia)

(reduce decorato vivente)

Bartoccini Giordano

Terni
Resid. a Bologna
Sottotenente
5° Rgt. Alpini
Btg. "Morbegno"
Monte Guri i Topit
9 marzo 1941
(Grecia)
(reduce decorato vivente)
SOCIO 1965

Bernardini Gino

Reggio Emilia
Resid. a Bologna
Colonnello
1° Rgt. Alpini
Bregu i Math
13 febbraio 1941
(Grecia)

(reduce decorato vivente)

SOCIO 1960 

Blasi Gustavo (0)

Ancona
Resid. a Bologna
Sottotenente
9° Rgt. Alpini
Hrvatska
21 agosto 1943
(Croazia)
"alla memoria"

Braito Walter (0)

Cares (Trento)
Resid. a Bologna
Tenente
11° Rgt. Alpini
Btg. "Trento"
Pljevlje
1° dicembre 1941
(Balcania)
"alla memoria"

Capelli Angelo (0)

Cavezzo (Modena)
Resid. a Bologna
Tenente
6° Rgt. Alpini
Kotowki
1° settembre 1942
(Russia)
"alla memoria"

Caruso Vito

Salemi (Trapani)
Resid. a Bologna
Capitano s.p.e.
C.do Div. Alpina “Tridentina”
Medio Don-Scebekino
15-31 gennaio 1943
(Russia)

(reduce decorato vivente)

SOCIO 1970 

Ferrari Moreni Gaspare (0)

Modena
Resid. a Bologna
Sottotenente
8° Rgt. Alpini
Vallone-Albrem-Sevian
12-30 dicembre 1940
(Albania)
"alla memoria"

Giacobino Alberto

Torino
Resid. a Bologna
Tenente
1° Rgt. Art. Alpina
Gr. "Susa"
poi Div. “Garibaldi”
8 settembre 1943-8 marzo 1945
(Montenegro)

(reduce decorato vivente)

Iorio Aldo

Repub. San Marino
Resid. a Forlì
Tenente
9° Rgt. Alpini
Btg. “Vicenza”
Iwanowka
21 gennaio 1943
(Russia)

Deceduto poi in prigionia il 28 febbraio

Loffredo Gaetano

Cagliari
Resid. a Bologna
Maggiore
5° Rgt. Alpini
C.te Btg. "Tirano"
Vall de Glaciers
21-25 giugno 1940
(Francia)

(reduce decorato vivente)

SOCIO 1955 

Martini Leonardo

Castelnuovo Magra (La Spezia)
Resid. a Bologna
Ten. Colonnello
C.do C. A. Alpino
Rossosch
15-16 gennaio 1943
(Russia)

(reduce decorato vivente)

Martini Marino

Osimo (Ancona)
Resid. a Bologna
Maggiore medico di cpl.
1° Rgt. Alpini
612° ospedale da campo
Topilo-Scebechino
17 gennaio-2 febbraio 1943 (Russia)
(reduce decorato vivente)

Mazzarol Rinaldo padre Ludovico
(Padri Domenicani)

da Cencenighe (Belluno)
Resid. a Bologna
630° ospedale da campo
Div. Alpina Julia
fronte russo - 1942/1946

(Russia)
(reduce decorato vivente)

Pacchioni Tullo

Revere (Mantova)
Resid. a Bologna
Tenente
5° Rgt. Art. Alpina
Novani-Trepeli-Erseka
27 febbraio-22 aprile 1941
(Grecia) 


Caduto poi il 5 dicembre 1941, decorato di Medaglia d'Argento "alla memoria".

Parenti Giancarlo

Montecatini Valdinievole (Pistoia)
Resid. a Ferrara
Capitano Medico
C.do C. A. Alpino
Postojali
17 gennaio 1943
(Russia)

(reduce decorato vivente)

Penzo Alberto

Cona (Venezia)
Resid. a Bologna
Capitano
C.do Div. Alpina “Cuneense”
Dir. Serv. Chimico
Valujiki
26 gennaio 1943
(Russia)

(reduce decorato vivente)

SOCIO 1960

Predieri Alberto - nuovo inserito

Torino
Resid. a Bologna
Sottotenente
9° Rgt. Alpini
Btg. "Vicenza"
Iwanowka
1 gennaio 1943
(Russia)
(reduce decorato vivente)

Rebeggiani Enrico

Chieti
Resid. a Bologna (1931-1935)
Tenente
9° Rgt. Alpini
Btg. "L'Aquila"
Monte Schindeli (Grecia)
10 marzo 1941
Monte Nanos (Gorizia)
aprile 1942

(due medaglie)
Caduto poi in Russia il 22 dicembre 1942, decorato di Medaglia d'Oro "alla memoria"

Riolfi Bruno (0)

Mantova
Resid. a Bologna
Sottotenente
6° Rgt. Alpini
Rossosch
8 novembre 1942
(Russia)
"alla memoria"

Saretta Bruno

Castelfranco Veneto (Treviso)
Resid. a Bologna
Sergente Maggiore
8° Rgt. Alpini
Btg. "Cividale"
Bryaza
7 novembre 1940
(Grecia)
Caduto poi il 21 gennaio 1943 sul fronte russo, decorato di medaglia d'argento "alla memoria"

Tagliavento Giuseppe (0)

Ancona
Resid. a Bologna
Sottotenente
8° Rgt. Alpini
Btg. "Tolmezzo"
6ª compagnia
Monte Golico
5 novembre 1942
(Grecia)
"alla memoria"

Zuanni Aulo (0)

Trieste
Resid. a Bologna
Sottotenente
3° Rgt. Art. Alpina
Gruppo "Conegliano"
14ª batteria
Monte Golico - Grecia
7 marzo 1941
"alla memoria"

note:
Bernardini Gino è stato Presidente Onorario della Sezione dal 1972 al 1976.
Caruso Vito è stato Vice Presidente di Sezione al 1973 al 1982.
Loffredo Gaetano è stato nel Collegio dei Probiviri della Sezione dal 1959 al 1968.
Penzo Alberto è stato Presidente di Sezione nel 1970.
La segnalazioni di: Antonietti, Iorio, Mazzarol, Parenti, Predieri, sono pervenute da
Mario Gallotta.
La fotografia di Antonietti è stata gentilmente concessa dal prof. Vittorio Gallerani dell'Università di Bologna, per interessamento di Mario Gallotta.
Aggiornata località di nascita di Giacobino su segnalazione di Mario Gallotta.
A Iorio Aldo è stato intitolato il Gruppo Alpini di Rimini, ricostituito nel 2014.

(0) ad Agostini Giuseppe, quale studente caduto in guerra, l'Università di Bologna in data 5 novembre 1942, conferì la laurea "honoris causa" proclamandolo dottore in Economia e Commercio.
(0) a Blasi Gustavo, quale studente caduto in guerra, l'Università di Bologna in data 7 dicembre 1946, conferì la laurea "honoris causa" proclamandolo dottore in Ingegneria Industriale.
(0) a Braito Walter, quale studente caduto in guerra, l'Università di Bologna in data 5 novembre 1942, conferì la laurea "honoris causa" proclamandolo dottore in Economia e Commercio.
(0) a Capelli Angelo, quale studente caduto in guerra, l'Università di Bologna in data del 5 novembre 1942, conferì la laurea "honoris causa" proclamandolo dottore in Agraria.
(0) a Ferrari Moreni Gaspare, quale studente Caduto in guerra, l'Università di Bologna in data 5 novembre 1941, conferì la laurea "honoris causa" proclamandolo dottore in Scienze Agrarie.
(0) a Riolfi Bruno, quale studente caduto in guerra, l'Università di Bologna in data del 7 dicembre 1946, conferì la laurea "honoris causa" proclamandolo dottore in
Economia e Commercio.
(0) a Tagliavento Giuseppe, quale studente caduto in guerra, l'Università di Bologna in data del 5 novembre 1942, conferì la laurea "honoris causa" proclamandolo dottore in Economia e Commercio.
(0) a Zuanni Aulo, quale studente caduto in guerra, l'Università di Bologna, in data del 7 dicembre 1946, conferì la laurea "honoris Causa" proclamandolo dottore in Chimica Industriale.