storia del territorio bolognese romagnolo
speciale

93ª
Adunata Nazionale Alpini : Rimini - San Marino
rinviata a ottobre 2020

....uomini, fatti, curiosità....

l'Università di Bologna in visita a Rimini e nella repubblica di San Marino nel lontano 1925...

di Giuseppe Martelli

pubblicato il 1° febbraio 2020
aggiornato il 1° marzo 2020

La città di Rimini e la Repubblica di San Marino si stanno preparando ad accogliere gli alpini A.N.A. per la loro 93ª Adunata Nazionale. Sfogliando la storia del territorio bolognese romagnolo, non solo quella legata agli alpini, ho trovato interessante questo articolo su il Resto del Carlino del 2 giugno 1925 dove viene pubblicata la cronaca di una gita, organizzata dall'Università di Bologna con gli studenti e docenti della facoltà di Medicina e Chirurgia, in visita a Rimini e San Marino, gita che si è svolta nella giornata di domenica 31 maggio 1925.

La cronaca, che si articola con linguaggio dell'epoca, è riprodotta integralmente. In fondo poi ho inserito notizie e curiosità, che in qualche modo sono legate agli alpini bolognesi romagnoli.



articolo con la cronaca della gita tratto da il Resto del Carlino del 2 giugno 1925 g.c.

 


(nomi citati nell'ordine della cronaca)
...il prof. Palmieri di Radiologia... : era il socio Gian Giuseppe Palmieri, classe 1892, ufficiale medico nel 6° Rgt. Alpini decorato al valor militare.....vedi biografia Palmieri Gian Giuseppe
...il laureando Mascanzoni... : era Giuseppe Mascanzoni di Ravenna, classe 1900, alpino del 5° Rgt. Alpini (1918-1919 e 1920-1922) poi Sottotenente di complemento nel ruolo Ufficiali Medici....
aggiornamento del 1° marzo 2020
...Ad incontrare i graditi ospiti erano i Rappresentanti della Ecc.ma Reggenza.... : in quella data, dal 1° aprile, sono Capitani Reggenti Augusto Muraloni e Marino Fattori, quest'ultimo, volontario di guerra negli alpini, consocio iscritto alla nostra sezione. Marino Fattori nasce a Nocera Umbra, Perugia, il 22 luglio 1897 da genitori sammarinesi, poi rimasto orfano di padre è adottato dallo zio, quindi si trasferisce ed è residente nella Repubblica di San Marino. Pur essendo cittadino sammarinese, si arruola volontario nel Regio Esercito Italiano ed essendo studente universitario in medicina e chirurgia, dopo il corso ufficiali e con la promozione a Sottotenente viene assegnato all'8° Rgt. Alpini, promosso Tenente nel novembre 1917 è congedato nel novembre 1920. Arruolatosi nel 1943 nella R.S.I. con il grado di Colonnello della Guardia alla Frontiera comandante della III Legione con sede a Sondrio, viene fucilato dai partigiani il 6 maggio 1945 a Buglio in Monte, Sondrio. Il suo unico figlio Federico, nato a San Marino il 5 ottobre 1918, Tenente della Guardia alla Frontiera, era stato fucilato il 6 settembre 1944 in Valtellina.

note e curiosità :
il 6 maggio 1923 San Marino e Rimini erano stati mèta di una gita degli alpini della sezione bolognese romagnola in visita "ufficiale" a San Marino, per festeggiare il consocio iscritto Comm. Avv. Giuliano Gozi, volontario di guerra negli alpini, decorato al valor militare, da poco nominato Capitano Reggente della Repubblica di San Marino. vedi biografia Gozi Giuliano
Dalla cronaca della gita pubblicata su L'ALPINO
.....nel pomeriggio le automobili dei gitanti si dirigono per una breve sosta sul lungomare di Rimini (con tanto di foto ricordo che conservo in archivio n.d.r.) .....poi il rientro fra canti ed altre manifestazioni corali....di Colliva e Campari!