alpini del territorio bolognese romagnolo

8 settembre 1943-25 aprile 1945 : "anche gli alpini e artiglieri da montagna su fronti opposti"

il Sottotenente in s.p.e. Claudio Doglioni Majer
di Giuseppe Martelli

pubblicato il 1° giugno 2019

Rileggendo e catalogando gli oltre 5.000 ruoli matricolari ritrovati nelle continue ricerche dedicate al nostro territorio, sono stato particolarmente colpito dalla breve, giovane, intensa, eroica vita del Sottotenente Doglioni Majer Claudio, ufficiale alpino nel servizio permanente effettivo, poi combattente nella lotta partigiana contro i tedeschi fino al sacrificio della vita, che desidero onorare rinnovandone il ricordo “per non dimenticare”.

 

Claudio Doglioni Majer nasce a Bologna il 1° settembre 1922.


il ruolo matricolare

Chiamato dal Distretto Militare alla visita di leva il 30 maggio 1941 è lasciato in congedo provvisorio e indicato come professione studente con diploma 3° Liceo Classico iscritto al 1° anno di Giurisprudenza. Nel corso della visita medica-attitudinale presenta domanda per l'arruolamento volontario negli ufficiali di carriera in s.p.e.

Il 1° settembre 1941 viene ammesso alla Regia Accademia di Fanteria e Cavalleria di Modena per frequentare l'84° corso ufficiali in servizio permanente effettivo.

Concluso il biennio, il 1° agosto 1943 viene promosso Sottotenente s.p.e. arma di Fanteria specialità Alpini, ed assegnato al 3° Rgt. Alpini Btg. Valle. Nello stesso giorno è inviato al corso di perfezionamento presso la Scuola di Parma.

Sbandatosi a seguiti degli avvenimenti legati all'armistizio dell'8 settembre 1943, raggiunge la zona del bellunese dove operano diverse formazioni partigiane. Non è stato possibile identificare a quale formazione si aggrega, nel Ruolo Matricolare viene indicato che dal 1° novembre 1943 entra a far parte della formazione partigiana....(lasciato in bianco) fino al 13 agosto 1944, nello scacchiere "territorio italiano" operante nella zona di Belluno assumendo la qualifica gerarchica di Capitano, equiparato a tutti gli effetti ai militari volontari che hanno operato in unità regolari delle Forze Armate nella lotta di Liberazione.

Sul ruolo matricolare viene anche annotato : Deceduto sul monte Peron (Belluno) per cause di servizio. Atto di morte del comune di Bologna 13 agosto 1944.
(n.d.r. il Monte Peron è situato nel territorio del comune di Sedico, Belluno)

Il 29 marrzo 1946, sempre sul ruolo matricolare, viene annotato : Nominato Sottotenente in s.p.e. con anzianità assoluta e decorrenza assegni 1/9/1943 e con riserva di anzianità relativa. Parificato a Bologna 6 luglio 1955. Registrato alla Corte dei Conti il 9 giugno 1946.

Quale studente caduto in guerra l'Università di Bologna, in data 25 aprile 1950, gli conferì la Laurea "onoris causa" proclamandolo dottore in Giurisprudenza.

E' ricordato nel Sacrario di Piazza Nettuno a Bologna dedicato ai partigiani caduti nella guerra di Liberazione.

 


note : ritenendolo doveroso e imparziale, ho dedicato in altra parte del sito una pagina agli alpini e artiglieri alpini che militarono dall'8 settembre 1943 al 25 aprile 1945 su fronti opposti,
apri la pagina al link : 8 settembre 1943-25 aprile 1945 : anche gli alpini su fronti opposti