archivio Giuseppe Martelli
dedicato agli alpini in armi e in congedo

i Motti Araldici dei reparti delle Truppe Alpine dal 1882 ad oggi

 

L’uso dei motti ha tradizioni antiche ed in parte derivano da “gridi di guerra” o “gridi d’arme”. Accresciuti in dismisura in particolare durante e dopo la guerra 1915-18, dal 1932 furono regolamentati con la legge n. 293 del 24 marzo e concessi con diplomi di Regio Regolamento, Lettere e Patenti, quelli autorizzati dallo Stato Maggiore Esercito e dal Ministero della Guerra che ne indicò anche la definizione di motti araldici. L’elenco “ufficiale”, che comprendeva solo quelli a livello Reggimento, venne pubblicato su “Le Forze Armate”. Non furono comunque abrogati i motti araldici a livello Battaglione alpino-Gruppo artiglieria da montagna, tramandati di generazione in generazione, nati a ricordo di particolari fatti d’arme del reparto. Successivamente, o su iniziativa dei comandanti o per fatti storici contingenti, diversi motti araldici furono “aggiornati” e con la nascita di nuovi Reparti, ne vennero coniati dei nuovi come si nota nella ricerca, certamente incompleta, che spero con il vostro aiuto di poter continuamente aggiornare.
Pagina 1


 CORPO DEGLI ALPINI

MOTTO

NOTE

CORPO DEGLI ALPINI

di qui non si passa

Motto coniato il 18 ottobre del 1888 dal Generale Luigi Pelloux

CORPO DEGLI ALPINI

si va oltre

Motto coniato da Mussolini nel 1934 ed in uso fino al 1943

UNITA’ ALPINA

MOTTO

NOTE

Divisione Alpina “Cuneense”

..ai na sta ‘ncora dle ‘tichette

C’è ancora posto per delle etichette

3^ Divisione Alpina “Julia”

nomine tanto firmissima

“Julia” nome solidissima
E’ il motto che segnò il battesimo della Divisione Alpina “Julia” nel 1935

V^ Divisione Alpina “Val Pusteria”

ubi nos, ibi victoria

Dove siamo noi, ivi è la vittoria
motto dettato nell’aprile 1936 dal Prefetto di Bolzano e Cons. Naz. ANA Giuseppe Mastromattei.

V^ Divisione Alpina “Pusteria”

oltre i monti, oltre i mari

motto dal luglio 1936

V^ Divisione Alpina “Pusteria”

su tutti i confini dell’impero (2)

motto del periodo 1937-1939

5^ Divisione Alpina “Pusteria”

dovunque prima

motto del periodo 1939-43

Comando Brigata “Cadore”

justitia et fide conservabitur

Saranno conservati giustizia e fedeltà
Lo stesso motto della Magnifica Comunità di Cadore. La Brigata Alpina “Cadore” è stata costituita nel 1953.

Comando Brigata “Julia”

Nomine tanto firmissima

“Julia” nome solidissima
Lo stesso motto della Divisione Alpina “Julia” costituita nel 1935

Comando Brigata “Tridentina”

salire e durare  (2)

motto del 1951

Comando Brigata “Tridentina”

Tridentina…avanti!

Coniato nel 1968, sintetizza il comportamento della Divisione sul fronte russo in particolare nella battaglia di Nikolajewka del 26 gennaio 1943

Brigata Artiglieria da Montagna del Veneto

robur et securitas

Forza e sicurezza
motto del 1900

Scuola Militare Alpina

ardisci e credi

Suggerito nel 1935 dal Sottosegretario alla guerra Gen. Baistrocchi.

Scuola allievi ufficiali di complemento alpini Bassano

itari audentes

Mai paura di osare
motto del 1938

Scuola allievi ufficiali di complemento alpini Milano

semper audentes  (2) 

motto anni ‘30

VI° Gruppo Alpini

sulle nevose cime…la vittoria

motto del 1916

I° Gruppo Alpini Valle

sarin simpri chei

Siamo sempre quelli
motto del 1942

1° Reggimento alpini

primus in primis

primo tra i primi
motto del 1929

1° Reggimento alpini

acriter pugnare

Combattere con rabbia
motto del 1931

1° Reggimento alpini

nec descendere nec morari

Nè discendere nè indugiare: bisogna sempre avanzare
motto del 1932

2° Reggimento alpini

pro Rege pro Patria

Per il Re per la Patria
motto del 1900

2° Reggimento alpini

nulli secundus

Secondi a nessuno
motto del 1915

2° Reggimento alpini

alpium custos

Custode delle alpi
motto del 1931

2° Reggimento alpini

vigilantes

Vigili, attenti, sempre all’erta
motto del 1932

3° Reggimento alpini

fortitude et vigilantia

Con fermezza e con impegno
motto del 1900

3° Reggimento alpini

Savoia!

motto del 1901

3° Reggimento alpini

altius tendo

Miro, tendo più in alto
motto del 1931

3° Reggimento alpini

sunt alpes virtutis iter

Le Alpi sono il cammino della virtù
motto del 1933

3° Reggimento alpini

miro più in alto (8)

motto ora in italiano attualmente in uso dal 1992

4° Reggimento alpini

in alto vigilando

motto del 1900

4° Reggimento alpini

ieri per oggi, oggi per domani

motto del 1917

4° Reggimento alpini

dovere (8)

motto del 1919

4° Reggimento alpini

in adversa ultra adversa

Contro le avversità, oltre le avversità
motto del 1931

5° Reggimento alpini

a noi le porte delle Alpi

motto del 1917

5° Reggimento alpini

nec videar dum sim

Non per sembrare, ma per essere
motto del 1931

5° Reggimento alpini

mai tardi al quinto

motto del 1934

5° Reggimento alpini

non per sembrare ma per essere (8)

motto attualmente in uso dal 2008

6° Reggimento alpini

ad excelsa (10)

Più in alto
motto del periodo 1915-18

6° Reggimento alpini

più salgo più valgo

motto del 1931 ed ancora oggi in uso

7° Reggimento alpini

ad excelsa tendo

Sempre più in alto
motto del 1900

7° Reggimento alpini

nec spe nec metu

Ne con la speranza ne con la paura
motto del 1933

7° Reggimento alpini

usque ad metam et ultra ad excelsa tendo (18)

Fino alla meta ed oltre sempre più in alto

7° Reggimento alpini

ad excelsa tendo (8)

Sempre più in alto, tendo all'eccelso
motto attualmente in uso dal 1992

8° Reggimento alpini

o là…o rompi (19)

O andare o rompere, si puiò anche tradurre in : o la va o la spacca.
motto del 1915

8° Reggimento alpini

per culmina estrema, estrema adentes

Da una vetta andiamo sempre all’altra
motto del 1933

8° Reggimento alpini

o là…o rompi (8)

motto attualmente in uso dal 1992

9° Reggimento alpini

ad ardua super alpes Patria vocat

La Patria chiama sulle Alpi ad imprese ardue
motto del 1919

9° Reggimento alpini

d’aquila penne ugne di leonessa (18)

motto dettato dal poeta Gabriele D’Annunzio, attualmente in uso dal 1992

11° Reggimento alpini

fulmineo come l’aquila, forte come il leone

motto del 1935

11° Reggimento alpini

sin simpri chei

motto del periodo 1939-1943

11° Reggimento alpini

fulmineo come l'aquila (17)

motto dal'11 settembre 1992 al 2002

12° Reggimento alpini

per l’onor del Bataion

Per l’onore del Battaglione
motto del 1936

12 ° Reggimento alpini

si va oltre (10)

motto del periodo 1935-1937
coniato da Mussolini nel 1934

14° Reggimento alpini

copaju ducˆ!, fin ch’a’ nd’è (18) e (19)

ammarrarli tutti, fin che ce nè
motto in uso dal 5 febbraio 1993

16° Reggimento alpini

sunt rupes virtutis iter

Le rupi sono le strade del valore

18° Reggimento alpini

dur per durà  (2)

 
 

182° Reggimento “Garibaldi”

obbedisco

 
 

1° Reggimento Artiglieria da Montagna (0)

nulla via invia

Non c’è via inaccessibile

1° Reggimento Artiglieria da Montagna (0)

sempre ed ovunque

motto del 1911

1° Reggimento Artiglieria da Montagna (0)

ad culmina ferre ignem

Portiamo il fuoco in alto
motto del 1931

2° Reggimento Artiglieria da Montagna (0)

per ardua ardens

Con ardore attraverso i passaggi difficili
motto del 1931

3° Reggimento Artiglieria da Montagna (0)

nobis incedentibus rupes ruunt

Al nostro avanzare precipitano le rupi
motto del 1931

3° Reggimento Artiglieria da Montagna (0)

con l’ali, col rostro, con gli artigli

motto del 1935

3° Reggimento Artiglieria Terrestre (0)

nobis incedentibus rupes ruunt (18)

motto attualmente in uso dal 2008

4° Reggimento Artiglieria da Montagna (0)

su tutte le erte e sopra ogni cima

motto del 1934

5° Reggimento Artiglieria da Montagna (0)

sopra gli altri come aquila vola

motto del 1935

6° Reggimento Artiglieria da Montagna (0)

ferro ignique ad excelsa

Col ferro e col fuoco tendiamo alle cose eccelse, sempre più alte
motto del 1941

1° Reggimento Genio Pionieri

ingegno e ardire

motto del 1993

2° Reggimento Trasmissioni

sempre in più vasti spazi (10)

motto, già del 4° Btg. Trasmissioni "Gardena", adottato dal 27 agosto 1992

2° Reggimento Genio Guastatori

per omnia asperrima

Attraverso qualsiasi difficoltà

4° Reggimento A.L.E. “Altair”

nec aspera nec ardua coela timeo

Non temo gli aspri e i difficili cieli
motto del 1971

9° Reggimento Artiglieria Pesante Campale “Rovigo”

intimas hostium vias igne petimus

Col nostro fuoco non diamo tregua al nemico e ne distruggiamo i più riposti recessi

24° Reggimento Logistico di Manovra “Dolomiti”

con tecnica e tenacia ovunque

motto del 1986

30° Reggimento Genio Guastatori

a noi vittoria e vita (8)

motto attualmente in uso dal 2008

32° Reggimento Genio Guastatori

fino alla fine (10)

motto coniato all'atto di costituzione del reparto avvenuto il 29 settembre 2004

11° Raggruppamento Artiglieria di Corpo d'Armata Alpino

temprato il cuore più del nostro acciaio (2)

motto del periodo 1942-1943

11° Raggruppamento Alpini da Posizione

nella roccia…come la roccia

motto del 1957

11° Raggruppamento Alpini d’Arresto

nella roccia...come la roccia

 

11° Raggruppamento Alpini d’Arresto

sin simpri chei

Siamo sempre quelli
motto del 1962

12° Raggruppamento Alpini di frontiera

fidelis et firmus  (2)

Fedele e fermo
motto del 1952

21° Raggruppamento Alpini d’Arresto

vigile e saldo

motto del 1962

22° Raggruppamento Alpini da Posizione

sota la cener brase (10)

Sotto la cenere braci.
motto dal 18 ottobre 1976

XXIX Battaglione d’Assalto Alpini

più alto, più oltre  (2)

 

1° Battaglione Artieri per Corpo d'Armata Alpino

ad ogni costo

motto del periodo 1939-1943

1° Battaglione misto genio per Div. Alp. "Taurinense"

contro furor di valanga e di nemico

motto del periodo 1939-1943

5° Battaglione misto genio per Div. Al. "Pusteria"

per il geniere alpino non esiste l'impossibile

motto del periodo 1939-1943

XXX Battaglione guastatori genio per C. d'Armata Alp.

a noi vittoria è vita

motto del periodo 1939-1943

XXXI Battaglione guastatori genio per C. d'Armata Alp.

la va a pochi

motto del periodo 1939-1943

Battaglione genio guastatori alpino "Valanga"

con fegato sano a mala guerra

motto del periodo 1944-1945

Battaglione Alpini “Aosta”

ch'a cousta l’on ch'a cousta, viva l’Aousta!

Costi quel che costi, viva l’Aosta!
motto del 1918

Battaglione Alpini "Aosta"

molti nemici molto onore (2)

motto del 1931

Battaglione Alpini “Bassano”

di qui non si passa

motto del 13 ottobre 1888

Battaglione Alpini “Bassano”

devoti a morte si slanciarono essi sull’Ortigara

motto del 1917

Battaglione Alpini “Bassano”

ad ardua super alpes Patria vocat

La Patria chiama sulle Alpi ad imprese ardue
motto del 1931

Battaglione Alpini “Bassano”

viva la morte! (8)

motto del periodo 1944-1945 quando il reparto era inquadrato nel 1° Rgt. Alpini della Divisione Alp. "Monterosa" della Repubblica Sociale Italiana

Battaglione Alpini “Bassano”

più salgo più valgo

motto del disciolto 6° Rgt. Alpini

Battaglione Alpini “Bassano”

di qui non si passa(8)

motto attualmente in uso dal 2008

Battaglione Alpini “Belluno”

sunt rupes virtutis iter

Le rupi sono strade del valore
motto del 1915

Battaglione Alpini “Belluno”

per l'alto e per gli altri (2) (10)

motto del 1936, campagna d'Etiopia 

Battaglione Alpini “Bolzano”

forgiando ardo

motto del 1935

Battaglione Alpini “Bolzano”

fulmineo come l’aquila, forte come il leone

motto del disciolto 11° Rgt. Alpini

Battaglione Alpini “Borgo S. Dalmazzo”

travolgente come valanga

motto del 1915-18

Battaglione Alpini “Borgo S. Dalmazzo”

alpium eques et custos  (2)

Cavaliere e custode delle Alpi

Battaglione Alpini “Cadore”

in puritate robur

nella purezza la forza
motto del 1904

Battaglione Alpini “Cadore”

avanti fioi per l'onor del batajon (10)

motto del periodo 1955-1972

Battaglione Alpini “Ceva”

sull'Alpe resisto, oltr'Alpe travolgo (10) .......................

motto del periodo 1939-1943

Battaglione Alpini “Ceva”

fedele e zelante  (2)

 
 

Battaglione Alpini “Cividale”

…vincere bisogna

motto del 1917

Battaglione Alpini “Cividale”

fuarce Cividat

Forza Cividale
motto coniato nel luglio 1938 dal Comandante Magg. Pederzolli

Battaglione Alpini “Cividale”

per la Patria tutto e sempre  (2)

 
 

Battaglione Alpini “Dronero”

i l’uma fait polissià

Abbiamo fatto pulizia
motto del 24 maggio 1915 tratto da una frase del C.le Magg. Antonio Vico

Battaglione Alpini “Edolo”

oltre la meta

motto del 1932

Battaglione Alpini “Edolo”

dür per dürà

Duro, saldo per durare, per sopravvivere

Battaglione Alpini “Exilles”

o roch o valanga  (2)

o masso o valanga

Battaglione Alpini “Exilles”

hic fortifer optime (2)

Qui coraggiosamente stiamo benissimo
motto del 1919

Battaglione Alpini “Exilles”

sali come il camoscio, piomba come l’aquila.

motto del 1921

Battaglione Alpini “Exilles”

Resisti come il macigno (2)

motto del 1923

Battaglione Alpini “Exilles”

l'è grisa, l'è vidua (2)

E' grigia, è vedova, la situazione è difficile
motto fine anni '20

Battaglione Alpini “Exilles”

pietà l’è morta

Nessuna pietà
motto degli anni '30

Battaglione Alpini “Feltre”

nec spe nec metu

Ne con speranze ne con timore
motto del 1900

Battaglione Alpini “Feltre”

ad excelsa tendo (8)

Sempre più in alto, tendo all'eccelso
motto attualmente in uso dal 2008

Battaglione Alpini “Fenestrelle”

a unge

A unghie
motto del 1916

Battaglione Alpini “Fenestrelle”

fortitudine et vigilantia (2)

Fortezza e vigilanza
motto del 1917

Battaglione Alpini “Fenestrelle”

ardi   (2)

Arditi

Battaglione Alpini “Fenestrelle”

..noi il combattimento l'abbiamo nel sangue...  (10)

motto del periodo 1939-1943 


Note
: per i Motti con le note in bianco significa che non è stato possibile, al momento, rintracciare la data esatta nella quale è stato coniato.
(0) Nel periodo 1934-1943, i Reggimenti Artiglieria da Montagna assumono la denominazione di Artiglieria Alpina. Nel dopoguerra, con la ricostituzione dei reparti, questi riprendono la primaria denominazione di Artiglieria da Montagna. Dal 2002, i Reggimenti sopravissuti (1° e 3°) hanno assunto la nuova denominazione di Artiglieria Terrestre.
(1) Motto segnalato da Lorenzo Russo, webmaster del sito dedicato alla Brigata Alpina Cadore. Link del sito www.brigatacadore.it
(2)
Motti segnalati da Claudio Perino, coautore del sito dedicato al mondo alpino. Link del sito  www.vecio.it
(4)
Motto segnalato da Franco Aloi di Udine.
(3)
Motto segnalato da Franco Ramella di Imperia.
(5) Motto segnalato da Ro.Cost. (per privacy come richiesto) Note - Il 4° Gruppo Specialisti Artiglieria “Bondone” prende vita con questo nominativo nell’ambito delle Truppe Alpine nel 1975. Nel 1986 assume la denominazione di 3° Gruppo Specialisti di Artiglieria “Bondone”.
(6) Motti segnalati da Cesare Fumana, webmaster del sito della Sezione A.N.A. di Salò.
(7) Motto segnalato da Giuliano Meneghini ideatore e webmaster del sito dedicato al Gruppo Artiglieria da Montagna “Vicenza” con link  www.gruppovicenza.net
(8)
Motto segnalato da Mario Gallotta del Gruppo Alpini di Ferrara.
(9) Motto segnalato da Roberto Vela, Sezione ANA Acqui Terme.
(10) Motto segnalato dal 1° M.llo Andrea Di Domenico, in servizio presso il 2° Rgt. Trasmissioni (alpini). Per ulteriori informazioni vedi anche le pagine, spazio aperto
(11)
Motto segnalato da Andrea Gatto, già ufficiale del 6° Rgt. Art. Mont. Gruppo "Lanzo" 16^ batteria.
(12) Motto segnalato da Domenico Franco del Gruppo Alpini di Bagnaria Arsa, Sezione di Palmanova, già sergente AUC del 6° Rgt. Art. Mont. Gruppo "Lanzo" 47^ batteria.
(13) Il paracadutista alpino Antonio Montesel, che vi ha prestato servizio nel 1980, precisa che a tale data era già in uso il motto e non dal 1990 come erroneamente indicato in precedenza.
(14)
Segnalazione di Marco Pirozzini che mi corregge la mia precedente indicazione di "alpini", mentre in realtà va giustamente indicata "compagnia mortai".
(15)
Motto segnalato da Oscar Barcella, webmaster del sito dedicato alle Truppe Alpine. Il link è www.truppealpine.it
(16)
Motto segnalato da Roberto Regola. Breno (Valle Camonica).
In data 1° dicembre 2008
corretto il Motto del Btg. Alpini "Belluno" precedentemente indicato, (Per l'altro e per gli altri) con quello giusto di "Per l'alto e per gli altri" segnalato dal M.llo Andrea Di Domenico, in servizio presso il 2° Rgt. Trasmissioni Alpino.
(17) In data 1° agosto 2010 corretto il Motto dell'11° Rgt. Alpini precedentemente indicato (audacemente ascendere) e segnalato dal M.llo Andrea Di Domenico, in servizio presso il 2° Rgt. Trasmissioni Alpino, con il Motto "fulmineo come l'aquila" segnalato dall'allora Col. comandante Pietro Frisone, del quale pubblico la nota di correzione:
buondì, sono il Generale Frisone, il ricostitutore del disciolto 11° in data 11 settembre 1992. Complimenti per l'accuratezza delle sue ricerche, ma debbo correggere la segnalazione del M.llo Di Domenico circa il motto che riassegnai al ricostituito rgt.: nel solco della tradizione scelsi "fulmineo come l'aquila" tagliando "forte come il leone" sia perchè il riferimento "africano" non era più al passo con i tempi (imprese coloniali ormai alle spalle da oltre mezzo secolo), sia perchè un vecchio maresciallo del Reggimento mi confessò che la naja era solita corredare i due paragoni con un terzo ...poco lusinghiero (mi pare fosse "stupido come un asino" o qualchecosa simile).
Intendevo caratterizzare l'azione del ricostituito reggimento con il dinamismo che, all'inizio degli anni novanta, si andava imponendo e che il reggimento seppe interpretare in più di un'occasione (vespri siciliani, per dirne una). Ora mi si dirà che quello del maresciallo (che se non ricordo male era un amatore e mi aiutò ad elaborare il nuovo distintivo) è un contributo suffragato da qualche ufficialità a me ignota ( e questo la direbbe lunga sull'origine di un motto che il Comandante di reggimento mai avallò, né mai venne usato durante quel primo anno di ricostituzione). Può darsi che alle "menti fini" di Bolzano (o Roma) non piacesse la mia scelta, ma mai si confrontarono con le mie ragioni (che, ripeto, mossero dalla continuità nel solco della tradizione come ritenni, e ritengo, debba essere alla base di questi aspetti simbolici dell'essenza militare...leggi RADICI!).
Pertanto rivendico nella maniera più ferma il titolo ad affermare l'autentica scelta (al tempo operata, con tante altre inerenti una
ricostituzione dopo mezzo secolo di colpevole oblio - l'impresa d'Africa della Pusteria, l'Amba Aradam, ecc. tutto da bollare come contaminato con il Regime- nell'assoluta assenza/latitanza delle "Superiori Autorità) e sono pronto, pur dalla mia attuale posizione di ausiliaria, ad ingaggiare una tenzone con qualsiasi eventuale Reparto dello SME che possa ritenere d'inventare dal nulla un motto reggimentale. Buon lavoro e cordialità,
Gen.C.A.(aus.) Pietro Frisone.

(18) Motto segnalato da Massagrande Vladimir, Caporal Magggiore Capo in s.p.e. in servizio presso l'8° Rgt. alpini, Btg. "Tolmezzo".
(19) Traduzione segnalata dal Sottotenente (1996-97) al 14° Rgt. Alpini, Michele Zoff